Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Tre leggende che hanno fatto la storia della Lazio

La Lazio è da tempo considerata una delle migliori squadre italiane. Nel corso degli anni, alcuni dei più grandi campioni del panorama calcistico hanno indossato la maglia biancoceleste. In questo articolo ci soffermeremo su tre giocatori che hanno lasciato il segno e scritto la storia della Lazio. Gli uomini di Sarri stanno facendo abbastanza bene nella parte alta della classifica; il potenziale per vincere lo scudetto, o almeno arrivare tra le prime tre, non manca. Se vuoi scommettere sui risultati della Lazio nelle prossime partite e per la vittoria dello scudetto, puoi trovare le migliori quote sui vari siti di scommesse sportive online, soprattutto su queste piattaforme online.

Paolo Negro

Sebbene Paolo Negro abbia giocato anche nel Bologna e nel Brescia, è stato il periodo passato in maglia biancoceleste a consacrarne la propria fama. Con la Lazio ha infatti vinto otto importanti trofei tra il 1993 e il 2005, tra cui scudetto e Coppa Italia nella stagione 1999-2000 e l'allora Coppa delle Coppe 1998-1999. Nel ruolo di terzino centrale, Negro è stato un giocatore forte fisicamente, preciso nelle conclusioni dalla distanza e noto per il suo stile di gioco grintoso. All'esperienza nella marcatura a zona Negro abbinava disciplina sul piano tattico, duttilità e solidità. Una volta ritornato in possesso della palla, Negro era in grado di sfruttare la propria forza e velocità per avanzare sulla fascia destra. L'ex giocatore biancoceleste ha anche collezionato una partecipazione a Euro 2000, anno in cui l'Italia è arrivata seconda.

Alessandro Nesta

Alessandro Nesta ha iniziato la sua carriera con la maglia della Lazio ed è noto come uno dei migliori difensori di tutti i tempi, come dimostrano i vari riconoscimenti ottenuti. Durante il periodo alla Lazio è stato impiegato in svariate posizioni, tra cui centrocampista e attaccante. Convocato in prima squadra nella stagione 1993-1994, Nesta ha debuttato nel marzo 1994 contro l'Udinese. Sotto la guida di Göran Eriksson, il giocatore ha indossato la fascia da capitano nel 1997 e ha contribuito alla conquista della Coppa Italia 1998 contro il Milan segnando il gol della vittoria in finale. Noto per la rapidità, l'eleganza, le giocate originali e la marcatura precisa degli avversari, Nesta vanta quasi 400 presenze in Serie A nel corso della sua carriera ventennale trascorsa alla Lazio e al Milan.

Bruno Giordano

Giordano è stato un giocatore biancoceleste per 10 anni, durante i quali ha totalizzato 108 reti. Nella stagione 1978-1979 ha segnato 19 gol in Serie A. Dotato di un dribbling formidabile ed eccezionali doti tecniche, Giordano era dotato di un tiro potente e preciso con entrambi i piedi, tanto da essere considerato l'erede di Giorgio Chinaglia. Giordano ha collezionato 16 presenze per la nazionale Under 21, oltre a 2 gol segnati con la maglia della nazionale olimpica in 3 presenze. Il giocatore venne arrestato nel 1980 e sospeso dal campionato italiano fino 1982. Al suo ritorno sul campo di gioco, si laureò capocannoniere della Serie B al termine del campionato 1982-1983.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 26/11/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,05957 secondi