Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

2a CAT. - Mister PALMARINI riparte da COLLEATTERRATO

A cura di Luca Salini

Assorbito lo stupore per essere stato inserito nel girone aquilano, Mister Dante Palmarini si proietta verso la nuova stagione, che lo vede protagonista in seconda categoria con il Colleatterrato. Una piazza ambiziosa e abituata a campionati importanti anche in categorie superiori, che ha deciso di affidare la panchina ad un Mister preparato e dotato di elevate qualità tecniche e umane.

Mister Palmarini, la ritroviamo in una piazza ambiziosa e blasonata come quella di Colleatterrato…

Per la stagione che sta per iniziare sono alla guida dell'ASD Colleatterrato, squadra che negli ultimi campionati, in particolar modo quello pre-covid, ha ottenuto buoni risultati in seconda categoria.

Perché ha scelto Colleatterrato?

Scegliere Colleatterrato per ripartire è stato semplice. È bastata una chiacchierata con il Presidente Vincenzo Marinelli per capire la passione e l’entusiasmo che lo contraddistinguono e che producono effetti positivi sia alla società che alla squadra. Questo mi ha spinto ad accettare subito la proposta del Colleatterrato.

Un primo commento sul girone A del campionato di seconda categoria in cui è stato inserito il Colleatterrato?

Questo girone per noi è un'incognita. Oltre alla SimPontevomano e ai LionsVilla (che reputo due delle squadre più forti del teramano) conosciamo solo il Forconia, il Preturo ed il Vestina S.Demetrio che abbiamo affrontato nei precedenti campionati. Sono sicuro che affrontare anche le altre squadre del girone non sarà affatto semplice. Andare a giocare nei campi aquilani non è mai facile.

Si aspettava di essere inserito nel girone composto dalle squadre aquilane?

Assolutamente no. Il nostro inserimento nel girone aquilano ha colto di sorpresa sia la società che i giocatori. Ad ogni modo l'idea di affrontare un campionato diverso rispetto a quello degli ultimi anni mi stuzzica molto.

A suo giudizio c’è una favorita per la promozione diretta?

Non conosco il valore di tutte le squadre aquilane... Comunque direi a prescindere che le favorite per la promozione diretta sono SimPontevomano e LionsVilla.

Le operazioni di mercato in entrata e in uscita della sua squadra?

Rispetto all'ultimo campionato la squadra è cambiata molto. Non fanno più parte del Colleatterrato Marcello Palumbo (PaternoTofo), Mirko Furii, Antonio Di Giacinto e Andrea Marinucci che per motivi personali hanno scelto di andare a giocare in terza categoria, Simone Cipriani e Piergiorgio Novelli che hanno deciso di smettere di giocare.

In entrata, invece, annoveriamo gli ingressi nella squadra di Lamin Darboe e Alfonso Di Clemente (Gagarin), Alieu Jammeh che ha giocato con me a Paterno, Cristian Capobianco (Teramo Stazione), Matteo Di Giulio e Egzon Kodrali (Nepezzano), Stefano di Giulio (Nereto), Andrea Pellanera (Torrese).

Mister è soddisfatto del mercato e della rosa che la società le ha messo a disposizione?

Mi reputo soddisfatto della rosa che ho a disposizione. Non abbiamo grandi individualità ma siamo una squadra che fa del gruppo e del collettivo la sua forza.

Il mercato in entrata è chiuso oppure state conducendo le trattative per puntellare la rosa?

Penso che per noi il mercato ormai è chiuso. Stiamo solo definendo il trasferimento di un attaccante dal Nepezzano. Ovviamente se dovessero presentarsi delle occasioni negli ultimi giorni cercheremo di coglierle.

In questo momento è difficile sbilanciarsi. Ma la domanda è d’obbligo. Puntate a tornare in prima categoria?

Sicuramente il ritorno in prima categoria non è il nostro obiettivo a breve termine. Però tutto può succedere…

In cosa sarà diverso il calcio post pandemia?

Non so dire con certezza come cambierà il calcio post pandemia. Ovviamente ci saranno problematiche oggettive da affrontare sia di natura economica ma soprattutto sociale.
L'importante adesso è ripartire osservando tutti i protocolli ma soprattutto nel rispetto dell'incolumità di tutte le persone che fanno parte di questo settore.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 14/09/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,04901 secondi